Archivio della categoria: Scontri fra titani, e altri giganti

Come si fa un festival per non far morire un festival

Qualche tempo fa, di ritorno dal tour dei Book Riders nella Californoir, scrissi un post sulle librerie intitolato Come si fa una libreria per non far morire una libreria. Era un desiderio, più che un post. Ne avevo viste di

Come si fa un festival per non far morire un festival

Qualche tempo fa, di ritorno dal tour dei Book Riders nella Californoir, scrissi un post sulle librerie intitolato Come si fa una libreria per non far morire una libreria. Era un desiderio, più che un post. Ne avevo viste di

C’era una volta una donna di 38 anni né sposata né infelice

Qualche tempo fa ho letto un breve memoir di un professore americano in cui c’era scritto più o meno questo: è incredibile come noi continuiamo a fare la nostra vita normale, ad andare dietro al gregge dei nostri appuntamenti e dei nostri affanni,

C’era una volta una donna di 38 anni né sposata né infelice

Qualche tempo fa ho letto un breve memoir di un professore americano in cui c’era scritto più o meno questo: è incredibile come noi continuiamo a fare la nostra vita normale, ad andare dietro al gregge dei nostri appuntamenti e dei nostri affanni,

La primavera è un bacio, anzi due

Nell’universo unico di rimandi e incroci che diventa la nostra immaginazione quando nutrita, per un lungo periodo di tempo, esclusivamente di racconti, a volte capita che alcuni personaggi si incontrino e che, senza saperlo, si completino. Non sono una grande

La primavera è un bacio, anzi due

Nell’universo unico di rimandi e incroci che diventa la nostra immaginazione quando nutrita, per un lungo periodo di tempo, esclusivamente di racconti, a volte capita che alcuni personaggi si incontrino e che, senza saperlo, si completino. Non sono una grande

Come si fa una libreria per non far morire una libreria

Avete mai notato che il libro, quell’oggetto dell’intrattenimento e più di rado dell’arte che svela il proprio senso una volta aperto, ci viene venduto sempre chiuso? Anzi, un passo indietro: avete mai notato che il libro, quell’oggetto che si usa sempre

Come si fa una libreria per non far morire una libreria

Avete mai notato che il libro, quell’oggetto dell’intrattenimento e più di rado dell’arte che svela il proprio senso una volta aperto, ci viene venduto sempre chiuso? Anzi, un passo indietro: avete mai notato che il libro, quell’oggetto che si usa sempre

La letteratura d’avanguardia e la piatta campagna americana: c’è qualcosa che non sappiamo

C’era una volta, nel bel mezzo del Niente americano, un paesino chiamato Normal. Normal era sede, quasi un ventennio fa, di un centro dedicato alla letteratura contemporanea. O, meglio, alla unconventional fiction. Un centro di narrativa non convenzionale in un posto

La letteratura d’avanguardia e la piatta campagna americana: c’è qualcosa che non sappiamo

C’era una volta, nel bel mezzo del Niente americano, un paesino chiamato Normal. Normal era sede, quasi un ventennio fa, di un centro dedicato alla letteratura contemporanea. O, meglio, alla unconventional fiction. Un centro di narrativa non convenzionale in un posto

Un’estate da “New Yorker” | Guida (personale) all’uso

Se c’è una cosa della cultura americana che mi piace, quella è la scrittura giornalistica. Dai reportage come se fossero viaggi pop alle riviste che uniscono letteratura ed erotismo, da McSweeney’s che a un certo punto si trasforma in scuole di scrittura

Un’estate da “New Yorker” | Guida (personale) all’uso

Se c’è una cosa della cultura americana che mi piace, quella è la scrittura giornalistica. Dai reportage come se fossero viaggi pop alle riviste che uniscono letteratura ed erotismo, da McSweeney’s che a un certo punto si trasforma in scuole di scrittura

Il treno americano delle meraviglie

In corsa su un treno americano che è il viaggio on the road per antonomasia si incontrano oggi due rubriche del blog: Sulla strada e Scontri fra titani, e altri giganti. La prima perché io quel treno l’ho preso davvero

Il treno americano delle meraviglie

In corsa su un treno americano che è il viaggio on the road per antonomasia si incontrano oggi due rubriche del blog: Sulla strada e Scontri fra titani, e altri giganti. La prima perché io quel treno l’ho preso davvero

Tirate fuori le tette! Playboy fa 60 anni

Gli anni Cinquanta negli Stati Uniti non furono esattamente un gran bel periodo. Nonostante il boom economico e l’euforia generale postbellica, lo sviluppo impazzito del capitalismo e il delinearsi poco spontaneo del modello famigliare marito moglie molti figli cane villetta

Tirate fuori le tette! Playboy fa 60 anni

Gli anni Cinquanta negli Stati Uniti non furono esattamente un gran bel periodo. Nonostante il boom economico e l’euforia generale postbellica, lo sviluppo impazzito del capitalismo e il delinearsi poco spontaneo del modello famigliare marito moglie molti figli cane villetta

This American Life | La radio racconta l’America

Con questo post si inaugura oggi una nuova rubrica del blog: Scontri fra titani, e altri giganti, ovvero articoli che raccontano alcuni grandi colossi del mondo culturale americano. A volte questi grandi colossi si sfidano, a volte troneggiano e basta.

This American Life | La radio racconta l’America

Con questo post si inaugura oggi una nuova rubrica del blog: Scontri fra titani, e altri giganti, ovvero articoli che raccontano alcuni grandi colossi del mondo culturale americano. A volte questi grandi colossi si sfidano, a volte troneggiano e basta.