Archivio della categoria: Recensioni

L’anelito impetuoso di San Francisco

L’anelito impetuoso di San Francisco, prima di essere una caratteristica della città californiana, è una persona. O almeno lo è per me. Lei, infatti, lo incarna, lo vive (che sia fisicamente lì o nella sua casa a Milano), lo racconta

L’anelito impetuoso di San Francisco

L’anelito impetuoso di San Francisco, prima di essere una caratteristica della città californiana, è una persona. O almeno lo è per me. Lei, infatti, lo incarna, lo vive (che sia fisicamente lì o nella sua casa a Milano), lo racconta

24 ore, 10 proiettili, 10 ragazzi, 1 libro impressionante

Ogni volta – e sono tante – che qualcuno mi chiede perché non vivo in America rispondo con una cosa semplice: per le armi, ho paura. Curioso allora – se non addirittura beffardo – il fatto che io abbia letto

24 ore, 10 proiettili, 10 ragazzi, 1 libro impressionante

Ogni volta – e sono tante – che qualcuno mi chiede perché non vivo in America rispondo con una cosa semplice: per le armi, ho paura. Curioso allora – se non addirittura beffardo – il fatto che io abbia letto

La gentilezza degli estranei

Una mattina mi sono seduta sul divano con questo libro in mano e mi sono alzata poche ore dopo, una volta finito, provando una nostalgia infinita di quel tempo in cui le persone erano gentili. Mi chiamo Lucy Barton di Elizabeth

La gentilezza degli estranei

Una mattina mi sono seduta sul divano con questo libro in mano e mi sono alzata poche ore dopo, una volta finito, provando una nostalgia infinita di quel tempo in cui le persone erano gentili. Mi chiamo Lucy Barton di Elizabeth

Tutto è possibile, nel posto in cui lo sembra meno

Nella bandella di questo libro ci sono quattro parole che sembrava cercassero proprio i miei pensieri di questi giorni: vergogna e desiderio, gentilezza e rancore. Si presentano così, a coppie, con un lieve ma percepibile chiasmo: i sentimenti più belli

Tutto è possibile, nel posto in cui lo sembra meno

Nella bandella di questo libro ci sono quattro parole che sembrava cercassero proprio i miei pensieri di questi giorni: vergogna e desiderio, gentilezza e rancore. Si presentano così, a coppie, con un lieve ma percepibile chiasmo: i sentimenti più belli

Il Calendario dell’Avvento letterario #6: nothing but a child…and a book

Originally posted on Impressions chosen from another time:
Questa casella è scritta e aperta da Marta di La McMusa Natale 1963, San Antonio, Texas. Una casa in un quartiere malfamato, un mese soltanto dopo l’assassinio del Presidente poco più a…

Il Calendario dell’Avvento letterario #6: nothing but a child…and a book

Originally posted on Impressions chosen from another time:
Questa casella è scritta e aperta da Marta di La McMusa Natale 1963, San Antonio, Texas. Una casa in un quartiere malfamato, un mese soltanto dopo l’assassinio del Presidente poco più a…

Una storia di cowboy e fast food (Part 2)

Questa storia che è cominciata un po’ come una barzelletta – ci sono un americano, un tedesco e un russo in un fast food di un paesino del Texas sperduto nel nulla.. – è, in realtà, una piccola prova di

Una storia di cowboy e fast food (Part 2)

Questa storia che è cominciata un po’ come una barzelletta – ci sono un americano, un tedesco e un russo in un fast food di un paesino del Texas sperduto nel nulla.. – è, in realtà, una piccola prova di

Una storia di cowboy e fast food (Part 1)

Nei primi decenni del secolo scorso, un pensatore tedesco di raffinatissimo intelletto e spiccato spirito critico incontra la modernità e la indaga: la riproducibilità tecnica, l’architettura delle città, l’aura delle opere d’arte, i drammi radiofonici, la perdita di valore del

Una storia di cowboy e fast food (Part 1)

Nei primi decenni del secolo scorso, un pensatore tedesco di raffinatissimo intelletto e spiccato spirito critico incontra la modernità e la indaga: la riproducibilità tecnica, l’architettura delle città, l’aura delle opere d’arte, i drammi radiofonici, la perdita di valore del

Dacci oggi il nostro pop quotidiano

I tempi stanno cambiando e da queste parti ne siamo tutti felici. Il pop sembra aver invaso Sanremo (non capisco, tuttavia, la differenza lampante che trovate tra il pop di quest’anno e quello degli altri anni), le case editrici, i luoghi

Dacci oggi il nostro pop quotidiano

I tempi stanno cambiando e da queste parti ne siamo tutti felici. Il pop sembra aver invaso Sanremo (non capisco, tuttavia, la differenza lampante che trovate tra il pop di quest’anno e quello degli altri anni), le case editrici, i luoghi

La visione di Sara Taylor: il romanzo del 2016

Originally posted on Malesangue:
Non era abbastanza grande per essere il dente di una mucca. Probabilmente era appartenuto a un cervo che era stato aggredito dai coyote. Oppure era da poco morto di vecchiaia, sotto quel cielo, con il vento…

La visione di Sara Taylor: il romanzo del 2016

Originally posted on Malesangue:
Non era abbastanza grande per essere il dente di una mucca. Probabilmente era appartenuto a un cervo che era stato aggredito dai coyote. Oppure era da poco morto di vecchiaia, sotto quel cielo, con il vento…

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

È nato prima l’amore o New York? Una storia

Chissà come mai, mi chiedo ogni tanto, quando qualcuno va o torna o si trasferisce a New York le parole che usa per descrivere il suo viaggio somigliano tanto a quelle che di norma appartengono alle storie d’amore. Travolgimento, passione,

È nato prima l’amore o New York? Una storia

Chissà come mai, mi chiedo ogni tanto, quando qualcuno va o torna o si trasferisce a New York le parole che usa per descrivere il suo viaggio somigliano tanto a quelle che di norma appartengono alle storie d’amore. Travolgimento, passione,

La classifica dei 5 migliori libri non letti quest’anno

Lavorare con i libri è molto bello, ma spesso capita che non riesci a leggere i libri che vorresti. Non sempre è una mancanza di tempo, anzi. La maggior parte delle volte – almeno per me – è una questione di rispetto:

La classifica dei 5 migliori libri non letti quest’anno

Lavorare con i libri è molto bello, ma spesso capita che non riesci a leggere i libri che vorresti. Non sempre è una mancanza di tempo, anzi. La maggior parte delle volte – almeno per me – è una questione di rispetto:

Ascoltare “The Didion Album”

Nel saggio The White Album, quello che apre la raccolta omonima di scritti di Joan Didion, dopo alcune pagine di storie eterogenee, l’autrice racconta di un certo Huey P. Newton, un “militante nero di venticinque anni” accusato di omicidio. È il

Ascoltare “The Didion Album”

Nel saggio The White Album, quello che apre la raccolta omonima di scritti di Joan Didion, dopo alcune pagine di storie eterogenee, l’autrice racconta di un certo Huey P. Newton, un “militante nero di venticinque anni” accusato di omicidio. È il

Il mondo non finisce con la California

Un mercoledì di un tempo indefinito, una famiglia americana – padre, madre e due figlie adolescenti – interrompe il suo viaggio su una strada di “un paesino merdoso della Louisiana” per mangiare al Waffle House, uno dei fast food più

Il mondo non finisce con la California

Un mercoledì di un tempo indefinito, una famiglia americana – padre, madre e due figlie adolescenti – interrompe il suo viaggio su una strada di “un paesino merdoso della Louisiana” per mangiare al Waffle House, uno dei fast food più

Un’estate per essere felici, fateci caso

Ho iniziato il libro di Kurt Vonnegut sul treno da Torino a Roma. L’ho finito il giorno stesso su quello da Roma a Reggio Calabria. Non sono partita felice, quest’anno, ma per fortuna ho avuto l’accortezza di portare con me

Un’estate per essere felici, fateci caso

Ho iniziato il libro di Kurt Vonnegut sul treno da Torino a Roma. L’ho finito il giorno stesso su quello da Roma a Reggio Calabria. Non sono partita felice, quest’anno, ma per fortuna ho avuto l’accortezza di portare con me