Archivio della categoria: Recensioni

Dacci oggi il nostro pop quotidiano

I tempi stanno cambiando e da queste parti ne siamo tutti felici. Il pop sembra aver invaso Sanremo (non capisco, tuttavia, la differenza lampante che trovate tra il pop di quest’anno e quello degli altri anni), le case editrici, i luoghi

Dacci oggi il nostro pop quotidiano

I tempi stanno cambiando e da queste parti ne siamo tutti felici. Il pop sembra aver invaso Sanremo (non capisco, tuttavia, la differenza lampante che trovate tra il pop di quest’anno e quello degli altri anni), le case editrici, i luoghi

La visione di Sara Taylor: il romanzo del 2016

Originally posted on Malesangue:
Non era abbastanza grande per essere il dente di una mucca. Probabilmente era appartenuto a un cervo che era stato aggredito dai coyote. Oppure era da poco morto di vecchiaia, sotto quel cielo, con il vento…

La visione di Sara Taylor: il romanzo del 2016

Originally posted on Malesangue:
Non era abbastanza grande per essere il dente di una mucca. Probabilmente era appartenuto a un cervo che era stato aggredito dai coyote. Oppure era da poco morto di vecchiaia, sotto quel cielo, con il vento…

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

È nato prima l’amore o New York? Una storia

Chissà come mai, mi chiedo ogni tanto, quando qualcuno va o torna o si trasferisce a New York le parole che usa per descrivere il suo viaggio somigliano tanto a quelle che di norma appartengono alle storie d’amore. Travolgimento, passione,

È nato prima l’amore o New York? Una storia

Chissà come mai, mi chiedo ogni tanto, quando qualcuno va o torna o si trasferisce a New York le parole che usa per descrivere il suo viaggio somigliano tanto a quelle che di norma appartengono alle storie d’amore. Travolgimento, passione,

La classifica dei 5 migliori libri non letti quest’anno

Lavorare con i libri è molto bello, ma spesso capita che non riesci a leggere i libri che vorresti. Non sempre è una mancanza di tempo, anzi. La maggior parte delle volte – almeno per me – è una questione di rispetto:

La classifica dei 5 migliori libri non letti quest’anno

Lavorare con i libri è molto bello, ma spesso capita che non riesci a leggere i libri che vorresti. Non sempre è una mancanza di tempo, anzi. La maggior parte delle volte – almeno per me – è una questione di rispetto:

Ascoltare “The Didion Album”

Nel saggio The White Album, quello che apre la raccolta omonima di scritti di Joan Didion, dopo alcune pagine di storie eterogenee, l’autrice racconta di un certo Huey P. Newton, un “militante nero di venticinque anni” accusato di omicidio. È il

Ascoltare “The Didion Album”

Nel saggio The White Album, quello che apre la raccolta omonima di scritti di Joan Didion, dopo alcune pagine di storie eterogenee, l’autrice racconta di un certo Huey P. Newton, un “militante nero di venticinque anni” accusato di omicidio. È il

Il mondo non finisce con la California

Un mercoledì di un tempo indefinito, una famiglia americana – padre, madre e due figlie adolescenti – interrompe il suo viaggio su una strada di “un paesino merdoso della Louisiana” per mangiare al Waffle House, uno dei fast food più

Il mondo non finisce con la California

Un mercoledì di un tempo indefinito, una famiglia americana – padre, madre e due figlie adolescenti – interrompe il suo viaggio su una strada di “un paesino merdoso della Louisiana” per mangiare al Waffle House, uno dei fast food più

Un’estate per essere felici, fateci caso

Ho iniziato il libro di Kurt Vonnegut sul treno da Torino a Roma. L’ho finito il giorno stesso su quello da Roma a Reggio Calabria. Non sono partita felice, quest’anno, ma per fortuna ho avuto l’accortezza di portare con me

Un’estate per essere felici, fateci caso

Ho iniziato il libro di Kurt Vonnegut sul treno da Torino a Roma. L’ho finito il giorno stesso su quello da Roma a Reggio Calabria. Non sono partita felice, quest’anno, ma per fortuna ho avuto l’accortezza di portare con me

Cassandra al matrimonio, e io dove?

Per scrivere del vuoto ci vuole un pieno. La scorsa settimana ho creato un giochino enigmistico per il blog: 5 libri, 5 blurb, trova l’accoppiamento perfetto. Avevo questa frase che mi girava in testa da quando avevo aperto (non chiuso, ma

Cassandra al matrimonio, e io dove?

Per scrivere del vuoto ci vuole un pieno. La scorsa settimana ho creato un giochino enigmistico per il blog: 5 libri, 5 blurb, trova l’accoppiamento perfetto. Avevo questa frase che mi girava in testa da quando avevo aperto (non chiuso, ma

L’estate di Ray Bradbury: per me un “ciao”, per lui un “addio”

Questa sera ci sono solo io. Finalmente, di nuovo nel mio. Come le canzoni che nascono in levare e puntano dritto verso una melodia che sta in alto, ogni tanto succede che alcune bellissime esperienze della vita ti facciano tenere

L’estate di Ray Bradbury: per me un “ciao”, per lui un “addio”

Questa sera ci sono solo io. Finalmente, di nuovo nel mio. Come le canzoni che nascono in levare e puntano dritto verso una melodia che sta in alto, ogni tanto succede che alcune bellissime esperienze della vita ti facciano tenere

Verde apocalisse, verde donna | L’annientamento di Jeff VanderMeer

Eravamo in quattro: una biologa, un’antropologa, una topografa e una psicologa. Io ero la biologa. Nella prima pagina di Annientamento, il primo libro della Trilogia dell’Area X di Jeff VanderMeer – caso editoriale di enorme successo in America nel 2014

Verde apocalisse, verde donna | L’annientamento di Jeff VanderMeer

Eravamo in quattro: una biologa, un’antropologa, una topografa e una psicologa. Io ero la biologa. Nella prima pagina di Annientamento, il primo libro della Trilogia dell’Area X di Jeff VanderMeer – caso editoriale di enorme successo in America nel 2014

La Dalia Nera è a colori

Credo sia la mia incapacità di leggere i graphic novel, unita alla vena malinconica che mi prende ogni volta che mi devo staccare da qualcosa, a far sì che io abbia scelto il fumetto della Dalia Nera per chiudere il

La Dalia Nera è a colori

Credo sia la mia incapacità di leggere i graphic novel, unita alla vena malinconica che mi prende ogni volta che mi devo staccare da qualcosa, a far sì che io abbia scelto il fumetto della Dalia Nera per chiudere il

Canzoni d’amore dal Wisconsin

Credo che nessuno al di qua dell’oceano, dove viviamo noi, abbia bene idea di che cosa sia il Midwest americano. Credo che a nessuno, se non spinto da un interesse particolare, verrebbe mai in mente di andare a fare un

Canzoni d’amore dal Wisconsin

Credo che nessuno al di qua dell’oceano, dove viviamo noi, abbia bene idea di che cosa sia il Midwest americano. Credo che a nessuno, se non spinto da un interesse particolare, verrebbe mai in mente di andare a fare un

Prendila così, e dopo stai zitta

Alla perentorietà di certe affermazioni corrisponde sempre almeno una smentita. Non era molti mesi fa che pubblicavo su questi schermi un ironico racconto sui miei gusti di lettura prevalentemente male-oriented. Un racconto che ha avuto un certo successo e che ha

Prendila così, e dopo stai zitta

Alla perentorietà di certe affermazioni corrisponde sempre almeno una smentita. Non era molti mesi fa che pubblicavo su questi schermi un ironico racconto sui miei gusti di lettura prevalentemente male-oriented. Un racconto che ha avuto un certo successo e che ha

Tutti invitati alla stessa “Festa d’amore”

A ridosso di un’imminente vacanza che di americano avrà ben poco, porto con me una nuova certezza: insieme a È il tuo giorno, Billy Lynn! di Ben Fountain e Io sono Red Baker di Robert Ward, Festa d’amore di Charles Baxter è il

Tutti invitati alla stessa “Festa d’amore”

A ridosso di un’imminente vacanza che di americano avrà ben poco, porto con me una nuova certezza: insieme a È il tuo giorno, Billy Lynn! di Ben Fountain e Io sono Red Baker di Robert Ward, Festa d’amore di Charles Baxter è il