Archivio della categoria: Miniracconti

E se uno non ce l’ha una bandiera?

A metà tra realtà e invenzione, c’è un mondo americano là fuori che io non so come altro rendere se non restituendogli l’altra metà della realtà e l’altra metà dell’invenzione. I personaggi di questo racconto esistono davvero: siamo io, il professore

E se uno non ce l’ha una bandiera?

A metà tra realtà e invenzione, c’è un mondo americano là fuori che io non so come altro rendere se non restituendogli l’altra metà della realtà e l’altra metà dell’invenzione. I personaggi di questo racconto esistono davvero: siamo io, il professore

The Gambler | Il mio racconto di Natale

Questo è un augurio di buon Natale, perché il Natale ognuno lo possa onorare come crede. Il pomeriggio del 25 dicembre 1987 rimaniamo sedute al tavolo da pranzo io e mia nonna. Mio padre a dormire, mia madre a dormire,

The Gambler | Il mio racconto di Natale

Questo è un augurio di buon Natale, perché il Natale ognuno lo possa onorare come crede. Il pomeriggio del 25 dicembre 1987 rimaniamo sedute al tavolo da pranzo io e mia nonna. Mio padre a dormire, mia madre a dormire,

Il più bel viaggio fu la Terra

Siccome siamo entrati ufficialmente nel mese pre-natalizio (prima cosa) e dopo un po’ di tette e profano ci vuole sempre un po’ di sentita sacralità (seconda cosa), la rubrica dei Miniracconti – che per ora conta solo un esemplare –

Il più bel viaggio fu la Terra

Siccome siamo entrati ufficialmente nel mese pre-natalizio (prima cosa) e dopo un po’ di tette e profano ci vuole sempre un po’ di sentita sacralità (seconda cosa), la rubrica dei Miniracconti – che per ora conta solo un esemplare –

Un trittico

C’è stato un periodo tragico nella mia vita in cui, mi sento di dire, scrivevo cose tragiche, e perlopiù incomprensibili. Oggi ripesco un racconto di un angosciante tremendo e con lui inauguro la sezione Miniracconti di questo blog. Cosa c’entrano

Un trittico

C’è stato un periodo tragico nella mia vita in cui, mi sento di dire, scrivevo cose tragiche, e perlopiù incomprensibili. Oggi ripesco un racconto di un angosciante tremendo e con lui inauguro la sezione Miniracconti di questo blog. Cosa c’entrano