Una cosa su di me e una su questo blog

The American character è fatto di due tensioni opposte, due tensioni che sono sempre in lotta fra loro: da un lato lo spirito della libertà, una corsa individuale e solitaria verso il futuro, la sete dell’andare, dello spingersi oltre, del superare le frontiere geografiche e quelle proprie; dall’altro il senso di comunità, il desiderio di trascorrere la propria vita con la famiglia, i vicini, il quartiere, la società, un desiderio profondamente communal di stare al mondo, basato sull’idea che le radici della tua felicità sono i tuoi rapporti.

La lotta tra queste due tensioni non finisce, non è risolta e non si risolverà probabilmente mai.

Una mandria di cavalli selvaggi sta correndo nel caldo deserto della California, in mezzo agli alberi di yucca, e una chitarra comincia a suonare. La voce che, prima di mettersi a cantare, racconta di questa America io la conosco bene. Non mi aspettavo, però, che lei conoscesse così bene anche me. Quella tensione, quella lotta, quei cavalli che vanno ma vanno soltanto insieme, quella musica che comincia e mi dimostra che alla fine di inquietudine non si muore (anche se la lotta alla lunga è estenuante), tutto questo che si chiama America e che stasera ha la voce di Bruce Springsteen, tutto questo è come mi sento io in my gut. Come mi sento da quando ero ragazzina, come mi sento ogni giorno mentre lavoro a casa mia pensando lontano, come mi sento all’aeroporto quando devo tornare in Italia, come mi sento dietro il volante su una qualsiasi strada americana, come mi sento in un abbraccio d’amore e a un pranzo di famiglia, come mi sento quando chiudo una porta di motel e sono finalmente da sola con le mie frontiere.

Io mi sento l’America perché, come lei, vivo di questa lotta.

E, come ho realizzato solo ieri sera al cinema mentre iniziava il film di Springsteen Western Stars e io mi ritrovavo colpita e affondata già nei primi dieci minuti, questo dà ragione di diverse cose: per prima, il mio carattere inquieto; poi, il perché ho deciso di fare questo lavoro, l’illusione di placare la tensione degli opposti offrendo a voi – una bella parte della mia comunità – quello che la mia sete di libertà mi ha portato a scoprire da sola; infine, come mai ho iniziato ad ascoltare e amare Bruce dopo i vent’anni e non prima. Certe compagnie le apprezzi di più quando si condividono i cazzi amari, a maggior ragione se sul terreno della vita c’è qualcuno che ha mangiato un po’ più strada di te (per chi non lo sapesse, Springsteen è un uomo profondamente travagliato e tendente al depresso, nel film si racconta in modo molto generoso e onesto). 

C’è anche una quarta cosa, in realtà: la cosa più significativa forse, la cosa con cui ieri sera ho fatto un po’ pace. Ho un tatuaggio sul braccio che dice Freedom e un file sul computer che dice Trasferimento. Il primo l’ho fatto due anni fa, il secondo ben più indietro. Sono i miei cavalli selvaggi che lascio correre nel deserto americano con l’idea che un giorno non troppo lontano ci saremo solo io e loro. Eppure, ad oggi, io sono ancora qua.


Io sono ancora qua ma presto un cambiamento ci sarà: non mi trasferisco (ancora) negli Stati Uniti ma cambio sito! Da domenica 8 dicembre (se tutto va bene) mi troverete più bella e più completa, sempre allo stesso indirizzo ma non più su WordPress. Questo significa che i tanti abbonati tramite la piattaforma potrebbero perdere le mie tracce (non sia mai!). C’è un rimedio: smettete di seguirmi tramite WordPress e lasciate la vostra mail nel box in alto a destra. Gli iscritti via mail saranno semplicemente trasferiti da una piattaforma all’altra e continueranno a ricevere i miei post nella casella di posta. Ci vediamo presto, sempre inquieta ma galoppante!

Ah, un’ultima cosa: andate al cinema a vedere Western Stars (lo danno ancora oggi e domani). Non è solo un film per chi ama Springsteen. È un’esperienza profonda per chiunque ami la musica, la vita e i cavalli selvaggi. Pur sapendo che nessuna di queste tre cose è minimamente domabile.

  1. In bocca a lupo per il tuo nuovo sito👍❤️

    Piace a 1 persona

  2. Gisella.

    Da poco tornata dal cinema💖

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: