Tornare in Illinois da David Foster Wallace

Perché è lì che tutto è cominciato. 5 anni fa esatti! Partivo per un’avventura che avrebbe cambiato la mia vita per sempre e, di conseguenza, anche quella di qualcuno di voi. Il primo viaggio dei Book Riders è stato in Illinois, il primo corso di Letteratura americana on the road è stato sull’Illinois, i primi articoli di questo blog sono stati sull’Illinois.. eppure, che cosa ha di speciale l’Illinois? Cosa ha di speciale un posto che pochissimi saprebbero identificare culturalmente e che ancora meno saprebbero indicare su una mappa?

Provate a chiederlo a David Foster Wallace, lo scrittore che qui crebbe, che poi scelse proprio le piatte campagne dell’Illinois per trascorrere i 10 anni più sereni della sua vita e che, infine, scrisse da Bloomington alcune delle sue opere più importanti, Infinite Jest per prima.

È proprio in suo onore che quest’anno io e Xplore abbiamo deciso di riproporre il tour da cui tutto è cominciato, il tour che potrebbe portare 5 di voi molto vicino allo scrittore scomparso nel settembre 2008. L’idea è proprio questa: leggere Wallace nei suoi luoghi, incontrare i suoi amici, visitare le sue campagne e ricordarlo così nell’anniversario della sua scomparsa.

Dire in pubblico “quest’anno vado in vacanza in Illinois” potrebbe causare sguardi interrogativi e sopracciglia alzate, ecco perché qui sotto vi offro qualche risposta da dare agli scettici:

  • in Illinois c’è molto del meglio della letteratura americana, da Ray Bradbury a Saul Bellow a David Foster Wallace, appunto. E voi la gusterete in questo modo;
  • Dave Eggers, nato da queste parti, dice che restare senza benzina sulla I-35 (che noi percorreremo in lungo e in largo) è un ottimo modo per assaporare il vero spirito midwestern americano;
  • e, a proposito di spirito midwestern, quando Joshua Ferris chiese a Wallace perché non andava a vivere a NYC lui rispose “I love the Midwest”;
  • del resto, qui sorge uno dei più importanti centri per la letteratura contemporanea, anche se pochi lo sanno;
  • e se quello spirito noi ancora non sappiamo definirlo, forse può aiutare la riflessione sulla gentilezza di George Saunders, nato e cresciuto proprio a Chicago;
  • o, altrimenti, può essere interessante vivere un autentico sabato del Midwest, avvicinarsi allo spirito nazionalista chiedendo in giro perché tutti espongono una bandiera o, ancora, prendere parte alla County Fair o alla State Fair come fece Wallace nel suo reportage Invadenti evasioni;
  • infine, se gli amori di Nelson Algren e Simone de Beauvoir nella Chicago più bohème e malconcia ci daranno la giusta dose di malinconia, l’innocenza di Ray Bradbury ci tirerà su il morale e i capolavori di Elizabeth Strout ci incanteranno;
  • viaggeremo in uno dei luoghi più autentici d’America, questo in fondo dovrebbe bastare!

Poi, ragazzi, se proprio siete in crisi, giocatevi la carta Blues Brothers. L’Illinois vi farà cantare!


Progresso urbano contro stasi rurale, jazz contro cori della chiesa, grattacieli contro campi di grano, verticale contro orizzontale: alla scoperta di Chicago e delle due anime opposte del suo stato, l’Illinois.

Il tour proposto è dall’8 al 16 settembre ed è mini: io come unica accompagnatrice e con me 5 viaggiatori! Il costo del viaggio è 2.299 euro. Questa quota comprende: guida letteraria, volo, pernottamenti in motel e alberghi (in camera doppia), auto e benzina, assicurazione base (che si può integrare con quella aggiuntiva, consigliato!), libro di viaggio in PDF. La quota, invece, non comprende: pasti, mance, eventuali attrattive visitate nel tempo libero (grattacieli, musei, concerti) e spese personali.

I viaggi dei Book Riders sono intensi, ispirati e pieni di emozione. Chi viaggia con noi vuole conoscere l’America nella sua autenticità e, per farlo, si fa guidare dalla letteratura. Questo è il nostro segreto, questa è la ragione per cui tante cose apparentemente brutte degli Stati Uniti (la provincia, i motel, i grandi magazzini) on the road acquistano senso e spirito. E capita che alla fine vengano ricordate come quelle più entusiasmanti di tutte!

E tu? Tu ti senti un Book Rider? Mettiti alla prova qui (non è un test sulla letteratura americana, giuro) 😉


Per info: marta.ciccolari@gmail.com | Per prenotazioni: info@xploreamerica.it o 011.8136337.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Annunci

  1. robertwitt

    L’ha ribloggato su We Are Not Ourselvese ha commentato:
    I will be there!

    Piace a 1 persona

  2. Nadia List

    Che meraviglia… riesci a farmi viaggiare anche semplicemente leggendoti.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: