Ma pensate che bello le vacanze (non) americane

MCM_HOLIDAYS

Pensate che bello che adesso me ne vado. Pensate che bello non ricevere più nessun aggiornamento americano per qualche settimana. Pensate che bello dimenticarvi di me, dei libri che vi consiglio, delle romanzine che vi tiro di tanto in tanto sull’America buona e quella cattiva, dei sogni americani e le Figurine  che tanto lo sappiamo tutti che sono un’operazione di digital marketing. Pensate che bello scordarvi di quei rompiballe dei Book Riders e della Magic Louisiana e di tutti questi altri neologismi da tastiera che – lo vedo dalle statistiche, che credete? – vi hanno rotto già da tempo.

Pensate che bello che adesso me ne vado.

Pensate che bello che quest’anno le vacanze le faccio in Toscana e domani parto per Firenze dove abita un ragazzo di cui una volta mi innamorai perdutamente e che però non ho mai più rintracciato. Pensate che bello che penso di rincontrarlo in stazione ogni volta che scendo a Santa Maria Novella. Pensate che bello che posso essere romantica. Pensate che bello che quest’anno in vacanza non leggerò nessun libro americano (NESSUN.LIBRO.AMERICANO), ma invece recupererò Murakami e i latinoamericani e il romanzo di un’amica che è uscito mesi fa e io ero sempre incastrata tra le pagine yankee e ancora non ho letto.

Pensate che bello che adesso me ne vado.

Pensate che bello che quando tornerò qui sul blog sarà solo saltuariamente perché dopo la Toscana me ne vado nella casa al mare in Calabria e ricomincio a lavorare ma con quel mood tutto relax e meditazioni sul futuro che si ha notoriamente in qualsiasi casa al mare. Pensate che bello che accanto a me per un mese ci sarà il mare e mi porterà un sacco di pace, nuove idee, nuovi incontri, nuovi movimenti. Pensate che bello che in autunno ci saranno la Louisiana e il Texas, ma che bello che adesso questi viaggioni mi sembrino soltanto miraggi di un futuro lontano. Pensate che bello che queste vacanze sono un premio per tutto il lavoro che ho fatto in questi ultimi tre anni e per la stanchezza, i dubbi, i contrasti, le paure, i traguardi, le soddisfazioni, le cariche e le scariche, i colpi di genio e i buchi nell’acqua, gli studi, le letture, le imprecazioni, i nervi e i sorrisi di un mestiere che mi sono cucita addosso e che ancora, nonostante tutto, mi calza a pennello e non ne vuole sapere di restare chiuso nell’armadio.

Pensate che bello che adesso però mi metto il costume da bagno e me ne vado.

E che quando tornerò tutto ricomincerà ma niente sarà più uguale.

Buone vacanze a tutti! ❤

PS: due cose veloci. 1) Se andate su Instagram e seguite per tutte le vacanze l’hashtag #laMcMusaisonvacation vedrete se i miei propositi romantici di mare avranno un seguito o meno; 2) non posso non consigliarvi anche quest’anno questa cosa qui. Rimane sempre la più importante di tutte.

Ah, quella là sopra non sono veramente io. È il frutto delle doti creative di Thomas Guiducci 😉

Annunci

  1. Da inguaribile romantica, ti auguro di incontrare quel ragazzo alla stazione, o magari in un piccolo wine bar in un vicolo nascosto. Buone vacanze, Marta.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: