paraventi

C’era una volta una donna di 38 anni né sposata né infelice

Qualche tempo fa ho letto un breve memoir di un professore americano in cui c’era scritto più o meno questo: è incredibile come noi continuiamo a fare la nostra vita normale, ad andare dietro al gregge dei nostri appuntamenti e dei nostri affanni,

paraventi

C’era una volta una donna di 38 anni né sposata né infelice

Qualche tempo fa ho letto un breve memoir di un professore americano in cui c’era scritto più o meno questo: è incredibile come noi continuiamo a fare la nostra vita normale, ad andare dietro al gregge dei nostri appuntamenti e dei nostri affanni,

cop huxley il genio

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

cop huxley il genio

“Non sono mai stata nell’ovest prima”. È terra per davvero?

No. L’ovest e la terra non sono due cose di materia. Non per gli Americani, non per i loro lettori, non per chi della terra – promessa, maledetta, dura, sterminata e lontana – ha sete e bisogno. Per loro, per

MCM_HOLIDAYS

Ma pensate che bello le vacanze (non) americane

Pensate che bello che adesso me ne vado. Pensate che bello non ricevere più nessun aggiornamento americano per qualche settimana. Pensate che bello dimenticarvi di me, dei libri che vi consiglio, delle romanzine che vi tiro di tanto in tanto

MCM_HOLIDAYS

Ma pensate che bello le vacanze (non) americane

Pensate che bello che adesso me ne vado. Pensate che bello non ricevere più nessun aggiornamento americano per qualche settimana. Pensate che bello dimenticarvi di me, dei libri che vi consiglio, delle romanzine che vi tiro di tanto in tanto

IMG_7124

7 storie per uno stato: è arrivata una cartolina dal Pacific Northwest

Inizia sempre così, la storia di come i Book Riders cercano di mandare una cartolina a casa. Iniziava così, in Illinois e in Californoir; inizia così adesso che siamo tornati dal terzo tour letterario, quello nel Pacific Northwest, e di quel tour non riusciamo a

IMG_7124

7 storie per uno stato: è arrivata una cartolina dal Pacific Northwest

Inizia sempre così, la storia di come i Book Riders cercano di mandare una cartolina a casa. Iniziava così, in Illinois e in Californoir; inizia così adesso che siamo tornati dal terzo tour letterario, quello nel Pacific Northwest, e di quel tour non riusciamo a

figurina #23 - stacy kranitz

Quando mi innamorai di un ragazzo cajun | Stacy Kranitz

L’immaginario collettivo è un traditore. Ci aiuta a capire il mondo – soprattutto quello più difficilmente raggiungibile – sottraendolo alla sua molteplicità fattiva e rendendolo rappresentazione. Ci aiuta viceversa a rappresentare un luogo – pur non essendoci mai stati – usando gli

figurina #23 - stacy kranitz

Quando mi innamorai di un ragazzo cajun | Stacy Kranitz

L’immaginario collettivo è un traditore. Ci aiuta a capire il mondo – soprattutto quello più difficilmente raggiungibile – sottraendolo alla sua molteplicità fattiva e rendendolo rappresentazione. Ci aiuta viceversa a rappresentare un luogo – pur non essendoci mai stati – usando gli

af559564ed5e21f9ff5f28358b49e059

La McMusa enigmistica | Scopri il tuo archetipo di lettura

Di ritorno dai miei viaggi in America c’è sempre un bottino. Durante gli ultimi due tour dei Book Riders, quello nella Californoir di ottobre 2015 e quello nel Pacific Northwest di maggio 2016, il bottino è stato questo (cliccare –

af559564ed5e21f9ff5f28358b49e059

La McMusa enigmistica | Scopri il tuo archetipo di lettura

Di ritorno dai miei viaggi in America c’è sempre un bottino. Durante gli ultimi due tour dei Book Riders, quello nella Californoir di ottobre 2015 e quello nel Pacific Northwest di maggio 2016, il bottino è stato questo (cliccare –

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“È che te ne sono grato. E te lo volevo dire.” | L’incontro dei Book Riders con Tess Gallagher

Il destino, ragazzi, è un amico affettuoso. Il destino, ogni tanto, chiude cerchi, esaurisce flussi di energia, conclude visioni che solo la tua più timida e sincera speranza sapeva esistere dentro di te. Il 25 maggio è il compleanno di Raymond Carver.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“È che te ne sono grato. E te lo volevo dire.” | L’incontro dei Book Riders con Tess Gallagher

Il destino, ragazzi, è un amico affettuoso. Il destino, ogni tanto, chiude cerchi, esaurisce flussi di energia, conclude visioni che solo la tua più timida e sincera speranza sapeva esistere dentro di te. Il 25 maggio è il compleanno di Raymond Carver.

cover_in the pines_fronte_low

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

cover_in the pines_fronte_low

Il folk è una ballata di morte e fumetto

“Tra i pini il sole non splende mai e trascorro la notte intera a tremare di brividi mentre soffia un vento gelido.” In the Pines, la canzone popolare americana di fine Ottocento che in una delle sue versioni più note

figurina #22 - sogna americano

Una nuova corrispondenza | Sogna Americano

Ovvero: perché e come è nata una nuova newsletter della McMusa In questi ultimi giorni ho ricevuto tre lettere di carta da tre amiche che vivono all’estero. Una di loro, in particolare, si ostina a scrivermi lettere dalla Scozia da

figurina #22 - sogna americano

Una nuova corrispondenza | Sogna Americano

Ovvero: perché e come è nata una nuova newsletter della McMusa In questi ultimi giorni ho ricevuto tre lettere di carta da tre amiche che vivono all’estero. Una di loro, in particolare, si ostina a scrivermi lettere dalla Scozia da

Magic Louisiana_BR_logo

Ottobre 2016 | I Book Riders nella Magic Louisiana

In una delle scene più leggendarie della storia del cinema c’è una donna di nome Blanche che, accostata a una finestra sulle strade musicate di New Orleans, dice in lacrime: I don’t want realism. I want magic! Non mi interessa la

Magic Louisiana_BR_logo

Ottobre 2016 | I Book Riders nella Magic Louisiana

In una delle scene più leggendarie della storia del cinema c’è una donna di nome Blanche che, accostata a una finestra sulle strade musicate di New Orleans, dice in lacrime: I don’t want realism. I want magic! Non mi interessa la

Magic Louisiana_BR_flyer

Ottobre 2016 | C’è ancora America per chi la ama

Dopo le spiagge di Los Angeles e San Diego, dopo le lontane praterie dell’Illinois e i grattacieli di Chicago, dopo aver ascoltato l’oceano cullare le rocce e il vento accarezzare il grano e prima ancora di partire per il poetico e verde Pacific Northwest, i

Magic Louisiana_BR_flyer

Ottobre 2016 | C’è ancora America per chi la ama

Dopo le spiagge di Los Angeles e San Diego, dopo le lontane praterie dell’Illinois e i grattacieli di Chicago, dopo aver ascoltato l’oceano cullare le rocce e il vento accarezzare il grano e prima ancora di partire per il poetico e verde Pacific Northwest, i

24646970396_eb2afd4abd_o

Charles D’Ambrosio: come Carver, ma a colori

Raymond Carver ci ha insegnato che la vita di provincia americana vive di una sorda corposità e di contorni rifiniti e scolpiti nel silenzio. To carve, in inglese, significa “scolpire, cesellare”: Carver, in letteratura, ha finito così per significare cesellatore, scultore di scrittura.

24646970396_eb2afd4abd_o

Charles D’Ambrosio: come Carver, ma a colori

Raymond Carver ci ha insegnato che la vita di provincia americana vive di una sorda corposità e di contorni rifiniti e scolpiti nel silenzio. To carve, in inglese, significa “scolpire, cesellare”: Carver, in letteratura, ha finito così per significare cesellatore, scultore di scrittura.

70c2942fef11c46c0ca9e10bb3e0f1a3

“Sonic amnesia” | La melodia che flirta con il sole

Ogni anno, quando arriva oggi, penso che queste siano in assoluto le parole migliori. Le parole che voglio leggere per spiegarmi l’assenza di una persona che se n’è andata da tanto ma che è ancora un mistero. Ne ho lette

70c2942fef11c46c0ca9e10bb3e0f1a3

“Sonic amnesia” | La melodia che flirta con il sole

Ogni anno, quando arriva oggi, penso che queste siano in assoluto le parole migliori. Le parole che voglio leggere per spiegarmi l’assenza di una persona che se n’è andata da tanto ma che è ancora un mistero. Ne ho lette

cover Loitering D'Ambrosio

La McMusa enigmistica | Chi l’ha detto?

Il primo post di questa ludica rubrica era una frecciatina scoccata contro i blurb, quelle brevi frasi di personaggi famosi o giornali importanti che le case editrici piazzano sulle cover dei libri per invitare noi lettori a comprare il più velocemente possibile –

cover Loitering D'Ambrosio

La McMusa enigmistica | Chi l’ha detto?

Il primo post di questa ludica rubrica era una frecciatina scoccata contro i blurb, quelle brevi frasi di personaggi famosi o giornali importanti che le case editrici piazzano sulle cover dei libri per invitare noi lettori a comprare il più velocemente possibile –

6e9e61ac042090cf8886a4be9e5d6fca

La primavera è un bacio, anzi due

Nell’universo unico di rimandi e incroci che diventa la nostra immaginazione quando nutrita, per un lungo periodo di tempo, esclusivamente di racconti, a volte capita che alcuni personaggi si incontrino e che, senza saperlo, si completino. Non sono una grande

6e9e61ac042090cf8886a4be9e5d6fca

La primavera è un bacio, anzi due

Nell’universo unico di rimandi e incroci che diventa la nostra immaginazione quando nutrita, per un lungo periodo di tempo, esclusivamente di racconti, a volte capita che alcuni personaggi si incontrino e che, senza saperlo, si completino. Non sono una grande

il racconto americano

Che racconto è l’America?

Nella prefazione a Undici solitudini di Richard Yates – libro che raccoglie, appunto, undici racconti dello scrittore americano – Paolo Cognetti scrive: Nonostante le differenze tutti i racconti possiedono una voce, la stessa voce, e impressionano per come compongono un progetto

il racconto americano

Che racconto è l’America?

Nella prefazione a Undici solitudini di Richard Yates – libro che raccoglie, appunto, undici racconti dello scrittore americano – Paolo Cognetti scrive: Nonostante le differenze tutti i racconti possiedono una voce, la stessa voce, e impressionano per come compongono un progetto