La gentilezza degli estranei

Una mattina mi sono seduta sul divano con questo libro in mano e mi sono alzata poche ore dopo, una volta finito, provando una nostalgia infinita di quel tempo in cui le persone erano gentili. Mi chiamo Lucy Barton di Elizabeth

La gentilezza degli estranei

Una mattina mi sono seduta sul divano con questo libro in mano e mi sono alzata poche ore dopo, una volta finito, provando una nostalgia infinita di quel tempo in cui le persone erano gentili. Mi chiamo Lucy Barton di Elizabeth

I libri di giugno 2018

Giugno se n’è andato e non ritorna più. E il treno delle letture è rimasto fermo alla stazione di maggio. Questo mese ho letto molto poco, e non so precisamente perché. Ognuno di noi ha i suoi mesi buco nero,

I libri di giugno 2018

Giugno se n’è andato e non ritorna più. E il treno delle letture è rimasto fermo alla stazione di maggio. Questo mese ho letto molto poco, e non so precisamente perché. Ognuno di noi ha i suoi mesi buco nero,

Gli articoli americani di giugno 2018

È stato un mese faticoso questo giugno, sotto tanti punti di vista, quello umano in primis. Non desidero che questa rassegna rifletta l’intera fatica del mese ma sono convinta che ad alcuni doveri non ci si debba sottrarre: insieme a

Gli articoli americani di giugno 2018

È stato un mese faticoso questo giugno, sotto tanti punti di vista, quello umano in primis. Non desidero che questa rassegna rifletta l’intera fatica del mese ma sono convinta che ad alcuni doveri non ci si debba sottrarre: insieme a

I libri di maggio 2018

Dopo gli articoli, i libri. Una breve (e spero utile) carrellata delle mie letture americane del mese (quelle nuove, ho escluso le riletture). Per ogni libro una valutazione a stelle e strisce (da 1 a 6 🇺🇸) e qualche appunto. Godeteveli! La

I libri di maggio 2018

Dopo gli articoli, i libri. Una breve (e spero utile) carrellata delle mie letture americane del mese (quelle nuove, ho escluso le riletture). Per ogni libro una valutazione a stelle e strisce (da 1 a 6 🇺🇸) e qualche appunto. Godeteveli! La

Gli articoli americani di maggio 2018

Vorrei fare sul mio blog quello che desidero sempre che facciano gli altri per me: le liste, gli archivi. O meglio, siccome leggo tantissimi articoli americani ogni settimana e non sempre riesco a tenere traccia dei migliori o a salvarli

Gli articoli americani di maggio 2018

Vorrei fare sul mio blog quello che desidero sempre che facciano gli altri per me: le liste, gli archivi. O meglio, siccome leggo tantissimi articoli americani ogni settimana e non sempre riesco a tenere traccia dei migliori o a salvarli

Ottobre 2018 | I Book Riders nella Rollin’ California

Questo è il tour dei tour, questo è il viaggio nelle storie che hanno forgiato il nostro immaginario americano dall’inizio dei tempi: la strada da e verso la California, San Francisco con le sue colline e le sue melodie intonate

Ottobre 2018 | I Book Riders nella Rollin’ California

Questo è il tour dei tour, questo è il viaggio nelle storie che hanno forgiato il nostro immaginario americano dall’inizio dei tempi: la strada da e verso la California, San Francisco con le sue colline e le sue melodie intonate

Tutto è possibile, nel posto in cui lo sembra meno

Nella bandella di questo libro ci sono quattro parole che sembrava cercassero proprio i miei pensieri di questi giorni: vergogna e desiderio, gentilezza e rancore. Si presentano così, a coppie, con un lieve ma percepibile chiasmo: i sentimenti più belli

Tutto è possibile, nel posto in cui lo sembra meno

Nella bandella di questo libro ci sono quattro parole che sembrava cercassero proprio i miei pensieri di questi giorni: vergogna e desiderio, gentilezza e rancore. Si presentano così, a coppie, con un lieve ma percepibile chiasmo: i sentimenti più belli

Tornare in Illinois da David Foster Wallace

Perché è lì che tutto è cominciato. 5 anni fa esatti! Partivo per un’avventura che avrebbe cambiato la mia vita per sempre e, di conseguenza, anche quella di qualcuno di voi. Il primo viaggio dei Book Riders è stato in Illinois,

Tornare in Illinois da David Foster Wallace

Perché è lì che tutto è cominciato. 5 anni fa esatti! Partivo per un’avventura che avrebbe cambiato la mia vita per sempre e, di conseguenza, anche quella di qualcuno di voi. Il primo viaggio dei Book Riders è stato in Illinois,

Quella volta che volevano farmi sparare

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui sto investendo molto ultimamente. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché ogni tanto

Quella volta che volevano farmi sparare

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui sto investendo molto ultimamente. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché ogni tanto

10 cose che capitano solo nel Pacific Northwest

È remoto, è piovoso, è isolato. È stupendo. È verde, è argento. È poesia. Sfogliando la mia recente vita americana ho scoperto che il Pacific Northwest (e in particolare Seattle) ha deciso per me molte cose: la mia bio di

10 cose che capitano solo nel Pacific Northwest

È remoto, è piovoso, è isolato. È stupendo. È verde, è argento. È poesia. Sfogliando la mia recente vita americana ho scoperto che il Pacific Northwest (e in particolare Seattle) ha deciso per me molte cose: la mia bio di

La bugia della provincia americana

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui investirò di più nel 2018. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché ieri

La bugia della provincia americana

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui investirò di più nel 2018. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché ieri

Per te che ancora non l’hai letta

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui investirò di più nel 2018. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché

Per te che ancora non l’hai letta

La newsletter #SognaAmericano, a cui molti di voi sono iscritti, è uno dei progetti su cui investirò di più nel 2018. È un appuntamento mensile intimo e potente, in cui mi sento libera e allo stesso tempo utile. Ecco perché

Una storia che mi è piaciuta

Quella di un signore di nome Tito che, come tante storie americane, iniziò tanti anni fa con un provvidenziale fallimento. Lavorava per delle compagnie petrolifere tra gli Stati Uniti, il Venezuela e la Colombia ma il lavoro andava male e

Una storia che mi è piaciuta

Quella di un signore di nome Tito che, come tante storie americane, iniziò tanti anni fa con un provvidenziale fallimento. Lavorava per delle compagnie petrolifere tra gli Stati Uniti, il Venezuela e la Colombia ma il lavoro andava male e

I 3 peggiori motel in cui abbia mai dormito

È una delle mie esperienze americane preferite, il motel. La loro ripetitività più o meno pulita, la piscina nel mezzo, i balconi a ringhiera, il posto per la macchina davanti alla camera, la colazione con il waffle nella piastra girevole,

I 3 peggiori motel in cui abbia mai dormito

È una delle mie esperienze americane preferite, il motel. La loro ripetitività più o meno pulita, la piscina nel mezzo, i balconi a ringhiera, il posto per la macchina davanti alla camera, la colazione con il waffle nella piastra girevole,

Il Calendario dell’Avvento letterario #6: nothing but a child…and a book

Originally posted on Impressions chosen from another time:
Questa casella è scritta e aperta da Marta di La McMusa Natale 1963, San Antonio, Texas. Una casa in un quartiere malfamato, un mese soltanto dopo l’assassinio del Presidente poco più a…

Il Calendario dell’Avvento letterario #6: nothing but a child…and a book

Originally posted on Impressions chosen from another time:
Questa casella è scritta e aperta da Marta di La McMusa Natale 1963, San Antonio, Texas. Una casa in un quartiere malfamato, un mese soltanto dopo l’assassinio del Presidente poco più a…

Cosa NON è Austin, la capitale del Texas

Austin non è anonima, non è grande, non è repubblicana. Austin non è tipica, non è turistica, non è razzista. Austin non è l’America di Trump, quella di cui tutti parlate adesso ma che non conoscevate fino a un anno

Cosa NON è Austin, la capitale del Texas

Austin non è anonima, non è grande, non è repubblicana. Austin non è tipica, non è turistica, non è razzista. Austin non è l’America di Trump, quella di cui tutti parlate adesso ma che non conoscevate fino a un anno